Ricerca per settori

Patologie



Ricerca per Marchi

Russare

Uno dei principali problemi di salute che accomuna uomini e donne è sicuramente legato ad un disturbo del sonno che tutti conoscono ma a cui ancora in pochi cercano di rimediare: il russare. Questo problema è provocato dall'aria che ha difficoltà a fuoriuscire dalle vie aeree durante il sonno, e trovando ostacoli di vario genere, causa vibrazione dei tessuti molli e superficiali, e dunque rumore.

Questo disagio colpisce circa il 25% della popolazione mondiale in modo abituale, con una frequenza maggiore per gli uomini rispetto alle donne e una maggiore incidenza con l'andare dell'età. Russare può essere una conseguenza di problemi più profondi come un'ostruzione delle vie aeree o dell'obesità.

Ma come si può identificare e trattare adeguatamente i sintomi?

Ecco come smettere di russare!

  1. Cause
  2. Sintomi e rischi
  3. Rimedi

Cause

Ad ognuno di noi può capitare di russare ogni tanto, per un raffreddore o per una posizione scorretta nel sonno. Tuttavia quando il problema diventa persistente, troppo rumoroso e causa disagi di coppia o insonnia è necessario individuare subito la causa per comprendere come porvi rimedio per ritrovare la serenità.

Tutti conoscono il rumore del russamento: si tratta di una vibrazione dei tessuti molli (lingua, bocca, ugola, gola) causata dal passaggio d'aria. Nei bambini il problema può essere associato alle adenoidi, soprattutto se il piccolo si ammala frequentemente.

Negli adulti il problema può risalire a diverse cause:

  • Il tono muscolare della lingua e della gola è troppo rilassato e questi organi vibrano al passaggio di aria, producendo rumore. Può anche accadere che la lingua durante il sonno si pieghi all'indietro oppure che i muscoli della gola siano particolarmente sensibili.
  • L'avanzare degli anni fa si che i tessuti siano più rilassati e questo provoca ostacoli durante la respirazione notturna.
  • Patologie e altri problemi alle vie aeree come un raffreddore, catarro e altre malattie che causano la secrezione di muco che, a sua volta, ostruisce le vie respiratorie.
  • La posizione assunta quando si dorme può causare russamento. Per esempio dormire sulla schiena aumenta il rischio di russare perchè in questa posizione i tessuti molli si rilassano, cadono all'indietro e ostruiscono le vie respiratorie.
  • L'abuso di alcool e il fumo, così come l'assunzione di alcuni medicinali possono accentuare questi episodi poichè contribuiscono al rilassamento muscolare.

Vuoi approfondire l'argomento? Leggi il nostro blog: Russare Russare, le cause più comuni e i rimedi.

Vuoi capire se russi davvero e soprattutto quanto? Esiste una app che ti permette di registrare i rumori che effettui mentre dormi.Si chiama SnoreLab e offre dei grafici in base alla potenza del rumore emesso.

Uomo che russa

Sintomi e rischi

Questo problema se cronico e molto rumoroso prende il nome di roncopatia, una vera e propria patologia in grado di affliggere l'individuo sia a livello fisico che mentale. Infatti, russare può essere un problema anche da un punto di vista psicologico e sociale: spesso chi russa viene allontanato o deriso, possono insorgere problemi di coppia perchè il partner non riesce ad addormentarsi e così via.

Inoltre, russare rovina il sonno poichè può causare apnee notturne, bruschi risvegli e altri disagi che non permettono al corpo di riposare e ricaricarsi secondo necessità. Inoltre, il russamento ha un ulteriore rischio: può essere il sintomo di una malattia più problematica conosciuta come Apnea Ostruttiva del Sonno (OSA).

Questa patologia è causata da interruzioni della respirazione durante il sonno, si stima che un'apnea duri in media 10 secondi durante i quali la respirazione cessa e il cuore è costretto a lavorare più intensamente per avere la quantità di ossigeno necessaria all'organismo. Chi soffre di questo disturbo può smettere di respirare anche 300 volte a notte. 

Al risveglio si sentirà sempre più stanco e affaticato perché il corpo invece che riposare durante il sonno si sentirà sotto sforzo e in continua tensione. Di conseguenza la qualità della vita diminuisce drasticamente: il rendimento a lavoro o negli studi si riduce sensibilmente, così come la voglia di fare sport o semplicemente uscire o camminare.

Chi è afflitto da questo disturbo ha la sensazione di vivere ogni giorno come se fosse in riserva, consumando al minimo le energie ridotte all'osso. Ma non è tutto: infatti la mancanza di sonno a lungo andare può essere una delle maggiori cause di infarto, ictus e altre patologie mortali.

Per questo motivo consigliamo di non sottovalutare mai questo problema, soprattutto se è cronico e rende la vita difficile sia alla persona che ne soffre, sia a chi gli sta accanto.

Dal nostro blog: Come dormire bene e svegliarsi riposati

Rimedi

Esistono rimedi per questo fastidioso problema di salute? Assolutamente sì, ma se è un disagio particolarmente intenso consigliamo di chiedere un parere del proprio medico curante.

Chi russa può provare a migliorare la situazione con i seguenti rimedi:

  • Dormire su un fianco in modo da lasciare libera la gola e il cavo orale.
  • Usare un cuscino più alto del solito che aiuta a mantenere aperte le vie aeree e respiratorie.
  • Fare i suffumigi, soprattutto se il russamento è la conseguenza di naso congestionato da allergia o raffreddore. Fare un suffumigi prima di andare a letto permetterà di respirare meglio durante il sonno.
  • Rilassarsi: l'ansia e la tensione sono sicuramente alleati di un sonno disturbato. Esistono diverse tecniche di rilassamento da applicare prima di addormentarsi.
  • Leggere e documentarsi: esiste un interessante libro che aiuta a risolvere il problema. Il suo titolo è "Manuale Pratico per Smettere di Fumare" di Roberto Fabbroni.
  • Usare i cerotti nasali per allargare le narici e permettere all'aria di passare più facilmente. Consigliamo i cerotti Respira Bene ottimi rimedi per gli adulti che soffrono di questo disturbo.
  • Evitare alcoolici e cibi pesanti prima di dormire: anche l'alimentazione incide sulla qualità del riposo notturno.
  • Smettere di fumare: il fumo compromette l'apparato respiratorio e stimola la secrezione di muco che ostruisce il naso. Inoltre, questo è una delle maggiori cause di colpi di tosse notturni che rendono il riposo ancora più frammentato.
  • Fare una doccia calda prima di addormentarsi aiuta a dilatare i vasi del corpo, decongestionare il naso e trovare il relax necessario per dormire bene.
  • Idratarsi adeguatamente attraverso acqua e alimentazione in modo che l'organismo sia pronto a fronteggiare il russare notturno.

Se vuoi approfondire l'argomento ti invitiamo a leggere l'articolo del nostro blog: Smettere di russare la notte, da oggi si può!

Speriamo che i nostri consigli ti aiuteranno a dormire bene e ritrovare la giusta serenità.