Ricerca per settori

Patologie



Ricerca per Marchi

Forfora

La forfora ha sintomi ben precisi: particelle di pelle morta sul cuoio capelluto e tra i capelli, irritazione, chioma unta e perennemente sporca. Questo è il risultato di un esfoliazione del cuoio capelluto che durante la patologia diventa eccessiva, causando anche disagio e imbarazzo a livello sociale.

Come riconoscerla dai primi sintomi e soprattutto quali sono le cure efficaci per contrastarla con successo?

Scopriamo quali sono le sue caratteristiche.

Caratteristiche

La forfora (Pityriasis symples capitis) è il risultato di una desquamazione del cuoio capelluto che produce, così, particelle più o meno grosse, di una colorazione biancastra che si perdono dentro la chioma dei capelli o cadono sulle spalle, provocando imbarazzo, disagio, ma anche rossore e irritazione.

Si tratta di una vera e propria patologia da non sottovalutare e si divide in due tipologie principali:

  • La pitiriasi secca e semplice è la forma più lieve, caratterizzata da scaglie di piccole dimensioni, invisibili e spesso impercettibili soprattutto in chi segue un'igiene accurata del cuoio e dei capelli.
  • La seconda tipologia, la pitiriasi grassa o steatoide, è ben più grave ed è caratterizzata da scaglie più grandi, grasse e di colorazione giallastra. Questi piccoli grumi sono composti da cellule morte che si staccano dal cuoio capelluto per presentarsi in grosse quantità sui capelli e ricadere sulle spalle e gli indumenti.

    In questo caso, la patologia è ben evidente soprattutto in soggetti che seguono una scarsa pulizia e utilizzano trattamenti estetici irritanti e dannosi per la cute. Questa forma causa spesso arrossamento e forte prurito del cuoio capelluto.

Casi gravi di forfora

Non bisogna confondere o sminuire la patologia classificandola come un inestetismo, causato genericamente da scarsa pulizia. La vera natura della forfora è molto più complicata e spesso può essere la conseguenza di altre malattie come la psoriasi o la dermatite atopica.

Nelle prime fasi può essere trattata con shampoo specifico anti-forfora che nutre i capelli senza aggredirli e può risolvere il problema. Sono assolutamente da evitare gli shampoo con tensioattivi aggressivi, che peggiorano la situazione e possono provocare dermatiti e reazioni della cute.

Scegli il prodotto giusto!

Nella nostra farmacia online trovi tanti prodotti studiati per trattare questo problema di salute e stimolare i capelli ad una completa guarigione: scopri gli shampoo antiforfora su Clickfarma

Tuttavia, se il problema persiste uno shampoo o un integratore alimentare non sono sufficienti: è necessario iniziare una terapia studiata appositamente per il singolo caso. Consigliamo di rivolgersi al medico che prescriverà prodotti e farmaci adatti.

Questa malattia è molto comune ma colpisce in particolare gli adulti tra i 18 e i 40 anni. In genere, i soggetti affetti dalla patologia sono coinvolti in periodi di stress oppure conducono una dieta irregolare, ricca di grassi. Questi scompensi possono influire sulla produzione di sebo e sulla salute delle cellule del cuoio capelluto.

Insomma, questo problema non si sottovaluta: bisogna ricercare le cause e trovare una terapia capace di attenuarlo e sconfiggerlo completamente.

Cause

Le cause di questa patologia sono al centro di continue scoperte scientifiche: non è chiaro quale sia il fattore scatenante di questa malattia, è lecito pensare che siano diversi i fenomeni che concorrono nell'esplosione dei sintomi: funghi, alimentazione, stile di vita e stress.

Ecco gli elementi che possono indebolire il capello e provocare la desquamazione del cuoio capelluto:

  • Negli ultimi anni gli studi in materia si sono concentrati sulla presenza di un fungo nei pazienti affetti dalla patologia: il pityrosporum ovalis, questo il nome del micete, in condizioni normali occupa circa il 45% della flora presente nel cuoio capelluto, ma nei soggetti affetti dalla patologia può superare una presenza del 75%. Tuttavia non è ancora chiaro se sia responsabile della malattia o se la forfora ne stimoli particolarmente lo sviluppo sul cuoio capelluto.
  • Un'altra possibile causa della forfora è rappresentata da un'infiammazione delle cellule posizionate sui vasi sanguigni vicino all'epidermide. Queste cellule, per difendere la cute dall'infiammazione, liberano delle sostanze che alterno la composizione del cuoio capelluto e ne provocano la desquamazione.
  • Gli sbalzi ormonali, che avvengono principalmente durante la pubertà, possono stimolare la produzione di sebo. La patologia, inoltre, colpisce maggiormente i ragazzi e questo può far pensare ad un legame con gli ormoni androgeni.
  • Anche lo stile di vita influisce sulla formazione dei grumi biancastri: tra le cause troviamo lo stress, la tensione, ma anche un'alimentazione ricca di grassi.
  • Allo stesso tempo, coprire la testa con il cappello o usare per molto tempo il casco può stimolare sudorazione e creare un ambiente umido in testa. Tutti questi comportamenti danno origine alle fastidiose squame in testa.
  • L'uso di cosmetici come tinture o lacche, ma anche shampoo e detergenti troppo aggressivi possono causare reazioni del cuoio capelluto, che per opporsi all'azione di questi prodotti può aumentare la produzione delle cellule sugli strati superficiali della cute, che si staccano e diventano visibili.

Vuoi avere capelli forti e sani? Nella nostra farmacia online puoi rimediare agli squilibri alimentari e agli scompensi provocati da stress e stile di vita sbagliato con gli integratori per capelli.

Prevenzione

A volte sottovalutiamo l'importanza di un'alimentazione sana e regolare: noi siamo ciò che mangiamo e anche i nostri capelli risentono di una dieta sballata.

Non serve ricercare la lozione perfetta o l'integratore alimentare miracoloso: per tutelare la salute bisogna analizzare l'adeguatezza della dieta.

Una chioma fragile, che si spezza e circondata da forfora è il sintomo di uno stile di vita negativo, che inizia dalla dieta e finisce con piccole abitudini scorrette.

I capelli sono costituiti da piccoli filamenti uniti tra loro, che a seguito di un regime alimentare scorretto possono sollevarsi e rovinarsi facilmente. Un capello compatto e forte è sintomo di salute.

Ciò significa che per prevenire la salute del capello e quindi evitare patologie ad esso collegate è necessario concentrarsi sugli alimenti da ingerire.

Una buona dieta è costituita da frutta e verdura, prodotti naturali ricchi di vitamine e minerali, fondamentali per le funzionalità del follicolo pilifero da cui si diramano i capelli.

Vediamo quali sono le Vitamine più importanti:

  • Vitamina A: favorisce un ricambio cellulare del capello e una crescita sana e costante. Questa sostanza è presente nelle carote, nella zucca, nel pomodoro e in tutta la frutta e verdura di colore rosso e arancione, ma anche nel tuorlo d'uovo, nei pesci, nel latte e derivati.
  • Le Vitamine del gruppo B (in particolare B2, B4, B5) regolano la produzione sebacea e il ricambio cellulare.
  • La Vitamina H o Biotina contrasta la caduta dei capelli ma è importante per la sua salute. Si può assumere con la carne.
  • La Vitamina E combatte i radicali liberi e l'invecchiamento cellulare.


La E, presente negli oli vegetali, nel germe di grano e nei cereali integrali, annienta i radicali liberi, responsabili di invecchiamento e caduta.

Non dimentichiamo l'importanza degli acidi grassi polinsaturi e degli aminoacidi, degli oligoelementi come Zinco, Ferro, Zolfo, Rame, Selenio.

In caso di carenze ti consigliamo di affidarti agli integratori: scopri la guida per scegliere quelli giusti per te

Vuoi tenere sotto controllo i nutrienti che introduci ogni giorno con gli alimenti? La app Perfetto Point ti permette di gestire la tua dieta quotidiana grazie ad una scheda alimentare personalizzata e un sito ricco di consigli di salute!

Terapia

Non esiste una cura univoca per combattere questo problema di salute: tutto dipende dalla gravità del problema, dal potenziale collegamento con altre malattie o da altri fattori come l'età, il sesso e l'analisi di stile di vita e alimentazione.

Il modo migliore per trovare una soluzione è quello di affidarsi ad un medico specializzato in dermatologia che potrà offrire le cure adatte soprattutto nei casi più complessi e gravi, caratterizzati non solo dalla presenza della forfora, ma anche di altri sintomi come prurito, bruciore, arrossamento.

Tra i prodotti presenti sul mercato, quelli adatti alla risoluzione del problema sono le lozioni antiforfora ad uso topico ricchi di sostanze cheratolitiche, che aiutano ad eliminare le cellule morte e prevenire la desquamazione. L'uso di questi prodotti non deve essere prolungato, poiché potrebbero causare seborrea.

Un altro tipo di terapia è quella a base di fermenti lattici vivi da seguire con l'affiancamento del medico, in grado di consigliare posologia e tempi di assunzione.

La forfora da stress possono essere impiegati diversi metodi naturali come il miglio, Fosofo e integratori di sali e vitamine A e B, che stimolano il benessere del capello.

Anche il lavaggio dei capelli influisce sulla loro guarigione:

  • I capelli secchi sono caratterizzati da grandi scaglie bianche devono essere lavati ogni 4/5 giorni con prodotti oleosi.
  • I capelli fini producono piccole scaglie si lavano più frequentemente ma senza detergenti oleosi.
  • I capelli grassi sono quelli più soggetti alla comparsa della forfora: sembrano perennemente sporchi e la forfora rimane incastrata nella chioma. In questo caso esistono tanti shampoo e lozioni a base di erbe, che non aggrediscono il capello e cercano di riportare l'equilibrio.

Tra i migliori prodotti per la cura della forfora indichiamo gli olio-shampoo, particolarmente adatto nel caso sia presente una situazione particolarmente irritante, caratterizzati da basso fattore schiumogeno. Scopri gli olio-shampoo nella nostra farmacia online

Vuoi avere la consultazione di un dermatologo con un'app? Ti consigliamo iCapelli, l'applicazione per smartphone che permette di conoscere il problema e trovare la terapia adatta. Questo programma è disponibile su iTunes!