Ricerca per settori

Patologie



Ricerca per Marchi

Debolezza

La debolezza è una condizione fisica che riguarda la maggior parte della popolazione mondiale ed è conosciuta anche con altri sinonimi, quali astenia e affaticamento tra i più noti. Si presenta in forma di mancanza di energia generalizzata e scarsa resistenza ad ogni tipo di sforzo, anche minimo, e influisce sul rendimento sia fisico che mentale di un individuo. Stress, infezioni, malattie più o meno gravi, o condizioni fisiche particolari possono causare nel corpo umano tale stato, che rende a volte estremamente difficile e doloroso anche muovere un singolo arto oppure un muscolo.

Non tutte le persone avvertono questa sensazione di stanchezza con la stessa intensità e, nei casi più gravi, il soggetto avverte in modo accentuato il bisogno esclusivo di dormire. Talvolta risulta difficile tenere gli occhi aperti e risulta quasi impossibile riuscire a trattenere uno sbadiglio.

Vediamo com'è possibile intervenire per alleviare questa fastidiosa sensazione e recuperare l'energia necessaria per migliorare la qualità della nostra vita ed affrontare gli impegni quotidiani.

  1. Cause
  2. Sintomi
  3. Terapia
  4. Rimedi naturali
  5. Prevenzione

Cause

Tra le cause principali della debolezza si riscontrano vari tipi di infezioni, malattie metaboliche (diabete) ed endocrine (disturbi alla tiroide) e l'anemia, dovuta alla mancanza di ferro nel sangue. Anche malattie neuromuscolari, come le fibromialgie, le neoplasie e deficit di principi nutritivi meritano attenzione, ma anche gli squilibri ormonali dovuti alla gravidanza e alla menopausa possono costituire fattori scatenanti per questa compromessa condizione psico-fisica.

Come cause secondarie devono essere ricordate anche il sovrappeso, una quantità eccessiva di lavoro o le varie preoccupazioni che ognuno di noi incontra nella propria vita e che generano uno stato di spossatezza nel corpo che non consente di svolgere le attività quotidiane con la giusta energia. In questi casi alla stanchezza fisica si aggiunge quella mentale.

Nello specifico, l'ipotiroidismo e l'ipertiroidismo sono disfunzioni che frequentemente causano la sensazione di debolezza, in quanto comportano una produzione in difetto o in eccesso dell'ormone tiroideo per eccellenza, ovvero il Tsh. Fra le malattie neuromuscolari più influenti, invece, si evidenziano la Sindrome di Guillain-Barré e la Miastenia gravis, le quali provocano entrambe un affaticamento muscolare tale da rendere impossibile il movimento. Un deficit nutritivo che influisce sul benessere dell'organismo è quello inerente ai minerali, in particolare di quello del potassio e del sodio.

Se di questi ultimi c'è una ridotta presenza all'interno dell'organismo, è inevitabile il formarsi di uno stato generale di debolezza che quasi rende difficoltoso il semplice atto di respirare. Qualora tale stato tenda a rimanere invariato oppure a peggiorare e riguarda una specifica parte del corpo, è opportuno consultare un medico poiché potrebbe non essere più riconducibile magari ad una semplice condizione di stress, ma essere causato da patologie ben più gravi che stanno per manifestarsi con prepotenza (ictus, ischemie o danni al midollo spinale): due settimane è generalmente il termine massimo prima di richiedere l'intervento di uno specialista.

Esistono, infine, alcuni farmaci, come gli antistaminici, che possono essere fonte di debolezza, così come un consumo eccessivo di caffè e alcool.

Problemi di debolezza

Sintomi

Questo deficit energetico che caratterizza la debolezza si accompagna anche ad una varia e specifica sintomatologia, tra cui si distinguono in particolare mal di testa, palpitazioni, difficoltà a prendere sonno e talvolta anche ansia e depressione, malattie psichiatriche alle quali può trovarsi correlata. Ogni sforzo fisico, anche se di lieve entità, risulta difficoltoso e apparentemente impossibile da realizzare, anche perché spesso la debolezza è accompagnata da un calo della pressione arteriosa che peggiora ancora di più la situazione. Si nota molto spesso una notevole difficoltà respiratoria e questo è dovuto al fatto che spesso, soprattutto in condizioni di problemi al cuore o di anemia, il sangue risulta scarsamente ossigenato per il deficit di emoglobina presente.

Nel caso del diabete, la sensazione di debolezza è da attribuire ad una permanenza prolungata di zuccheri nel sangue e ad un conseguente ritardo della loro entrata in circolo al fine di produrre energia. Il senso di spossatezza rende difficile svolgere anche le attività quotidiane basilari e, se persistente, può essere attribuito anche a probabili patologie renali o epatiche che comportano uno stato di intossicazione organica provocando il rilascio di sostanze nocive all'interno dell'organismo.

In questa condizione si notano anche difficoltà per quanto concerne la vista e si verificano casi in cui è difficile mettere a fuoco ciò che ci circonda. Intorpidimento, formicolio e dolore agli arti inferiori o alle articolazioni in generale sono segnali spia di una debolezza muscolare su cui è il caso di intervenire, ma si possono manifestare anche vertigini e sensazione di perdita dell'equilibrio ad indicare una probabile infiammazione dei muscoli della zona cervicale, dovuta prevalentemente all'assunzione di posture rigide e dal trascorrere troppo tempo seduti nella stessa posizione.

Terapia

Se non si conoscono le cause esatte della debolezza, è difficile individuare la giusta terapia per trovare una soluzione efficace e definitiva al problema. Un aspetto al quale occorre prestare attenzione è se essa si presenti o meno in concomitanza con altri sintomi, caso in cui è opportuno richiedere immediatamente il parere di un medico.

In caso contrario, è utile imparare a comprendere il nostro corpo in modo da capire quanto ci comunica e adottare il giusto comportamento in base alla situazione in cui ci troviamo. Solitamente ad uno stato di debolezza corrisponde uno stato anche minimo di disidratazione, la quale provoca un rallentamento metabolico, per cui al fine terapeutico risulta utile bere il più possibile. L'acqua è il liquido da privilegiare per eccellenza, ma si possono assumere anche altre bevande a condizione che non contengano zucchero. Una semplice influenza può essere motivo di spossatezza dovuta di sicuro ad un calo immunitario e un rimedio efficace è sicuramente rimanere a riposo il più possibile.

Dormire un po' di più rispetto alla normalità quotidiana, oppure stare a letto al caldo bevendo molto rappresentano un vero toccasana. In generale, riuscire a riposare nel modo giusto eliminando tutti i fattori che potrebbero disturbare il sonno sono una valida terapia, ed è opportuno evitare l'utilizzo di luci luminose in camera da letto. Molto utile è anche andare a dormire evitando di accendere la tv, la quale sarebbe consigliabile non tenere nella stanza in cui riposiamo, e non mangiare nulla prima di coricarsi.

Nello specifico, la televisione riproduce luci che influiscono sul nostro sistema nervoso e lo stimolano al punto di creare un senso di affaticamento fisico e mentale, di cui non sempre siamo consapevoli. Ci sentiremo sicuramente più riposati uscendo fuori di casa e trascorrendo il tempo magari con i nostri amici, piuttosto che impiegarlo distesi nell'osservare le varie immagini che si susseguono sullo schermo a ciclo continuo.

Rimedi naturali

Nel caso l'astenia sia conseguenza di uno sforzo fisico dovuto all'attività sportiva aumenta ancora di più il bisogno di introdurre liquidi nell'organismo e, se la semplice acqua non dovesse essere sufficiente, è possibile assumere integratori soprattutto a base di potassio e magnesio per reintegrare appunto i sali minerali perduti in seguito anche ad una eccessiva sudorazione.

Polase Sport è un integratore alimentare ricco di Magnesio, Potassio, Cloro, altri sali minerali e vitamine pensato appositamente per atleti e sportivi. Offre supporto ed energia durante performance, gare, partite e quando si svolge l'allenamento quotidiano.

Puoi consultare tutti gli integratori alimentari per sportivi nella nostra farmacia online!

In ogni caso ti consigliamo di consultare sempre il tuo medico prima di assumerli, poiché sono prodotti che in qualche modo hanno proprietà farmacologiche e devono essere utilizzati sotto stretto controllo.

Leggi l'approfondimento nel nostro blog: scopri a cosa servono e come funzionano gli integratori alimentari per sportivi!

Esistono anche alternative a carattere alimentare per garantire il giusto apporto di minerali al nostro corpo e al primo posto ricordiamo senza dubbio la frutta secca che contiene magnesio (mandorle, noci, anacardi) e le banane, le quali rappresentano una ricca fonte di potassio. Non dobbiamo trascurare nemmeno di assumere in quantità equilibrata i carboidrati, preferibilmente attraverso cereali integrali, in quanto per eccellenza sono i principi nutritivi più efficaci per fornire la giusta quantità di energia all'organismo. Questi sono solamente alcuni accorgimenti che rientrano nella categoria delle abitudini alimentari sane e utili per garantire il benessere fisico e psichico al nostro corpo.

Esistono anche degli estratti del tutto naturali e che sono efficaci per donare un discreto vigore alla nostra giornata, ovvero il ginseng (fonte concreta di energia) e il guaranà (psicostimolante). Questo ricostituente naturale può essere acquistato anche in farmacia in pratici flaconcini da assumere quotidianamente: permette di riattivare e sostenere l'organismo nei periodi di intensa attività fisica e mentale. Scopri il concentrato al Ginseng dell'Aboca su Clickfarma! Quando la debolezza si manifesta in particolare a livello dei muscoli, tra i rimedi naturali più semplici e privi di controindicazioni rientra la ginnastica dolce, che è possibile praticare anche nella comodità della nostra abitazione.

Lo stretching in brevi sessioni mirato agli arti inferiori, ad esempio, consente di distendere tendini e muscoli eliminando quella fastidiosa sensazione di dolore ed intorpidimento. Anche a livello del collo sono molto utili gli esercizi di distensione, soprattutto se quotidianamente per motivi di lavoro trascorriamo molte ore seduti davanti al computer, irrigidendo così la parte superiore del corpo nella zona delle spalle e causando potenziali danni alla cervicale. La pratica di yoga e pilates, inoltre, è un valido aiuto sia a livello fisico che mentale, in quanto queste attività sono in grado di alleviare lo stress e le preoccupazioni e rilassano la muscolatura, consentendo anche di eliminare l'acido lattico.

Quest'ultimo, infatti, rappresenta un notevole elemento di fastidio poiché, se presente nei muscoli in quantità eccessiva, provoca sensazione di formicolio e dolorosi crampi.

Nel nostro blog abbiamo dedicato un approfondimento a questa tematica: scegli il tuo sport in base alla tua età e alle tue necessità fisiche!

Prevenzione

Prevenire la debolezza in alcuni casi è estremamente semplice: è sufficiente dedicarsi quotidianamente ad una sana attività fisica ed assumere un corretto stile di vita per evitare una situazione che potrebbe risultare a poco a poco invalidante. Non è necessario impegnarsi in sport che richiedono uno sforzo fisico notevole, anche una semplice camminata è utile in tal senso. Anche per quanto riguarda l'alimentazione è opportuno seguire piccole e semplici regole, ma che sono in realtà di estrema importanza.

Spesso per la fretta di andare a lavoro o per adempiere agli impegni familiari tendiamo ad assumere la brutta abitudine di non fare colazione al mattino: questo è un comportamento sbagliato e assolutamente da evitare, in quanto questo rappresenta il pasto principale per fornire l'energia utile ad affrontare la giornata e che è in grado di migliorare il tono dell'umore. Non bisogna mai saltare i pasti ed è consigliabile seguire una dieta completa ed equilibrata, facendo attenzione a non far mancare i principi nutritivi necessari per il corretto funzionamento del nostro corpo e mantenere il peso corporeo nei limiti.

Le difficoltà e gli impegni lavorativi caratterizzano la quotidianità di ognuno di noi ed è per questo che la sera è utile andare a dormire ad un'ora adeguata e ricercare il giusto e meritato riposo. Se, inoltre, lo stress rientra tra le cause principali, è importante affrontare sempre i problemi apertamente e nel modo giusto, tentando di vedere il lato positivo in ogni situazione e imparando a gestire le proprie emozioni.

Infine, se la stanchezza deriva da insonnia o bruschi risvegli notturni ti consigliamo di consultare tutti i prodotti che ti permettono di dormire in modo naturale.

Allontana lo stress e dimentica la debolezza!